Insetti, Il Cibo Del Futuro: Un Pool Di Sostanze Nutritive Formidabili

Insetti, potrà sembrarvi curioso e altamente riprovevole, ma gli insetti saranno il cibo del futuro! Già largamente consumati nei paesi asiatici, questi piccoli amici risultano avere un elevatissimo pool di nutrienti. Raggiungeremo circa 11 miliardi entro fine secolo, e a sfamare così tante persone non basteranno di certo bestiame e verdurine. Proprio per questo si stimolano gli occidentali ad iniziare ad inserire insetti nella normale dieta alimentare. Oggi nel mondo almeno 2 miliardi di persone mangiano insetti, Africa, Asia e America centrale. Ma allora perché le lumache sono considerate prelibatezze, perché riusciamo a mangiare i crostacei che hanno sembianze simili nell’aspetto e invece i grilli fritti no? Molti sono gli esempi pratici di insetti presenti nei cibi occidentali che però, chissà come mai non catturano così tanto la nostra attenzione, uno è il casu marzu, un formaggio sardo ripieno di larve di mosca. Oppure il colorante derivato dall’omonimo parassita, l’E120cocciniglia, integrato nella sta grande maggioranza di succhi di frutta, yogurt, bibite, bevande, cioccolatini e persino salumi. Quegli esseri del futuro erano vegetariani rigorosi, e per tutto il tempo che rimasi con loro, pur desiderando un pezzo di carne, fui frugivoro anch’io». Si tratta di una citazione de La macchina del tempo, uno dei racconti più celebri di H.G. Wells, pubblicato per la prima volta nel 1895. Nell’Inghilterra di fine Ottocento, uno scienziato racconta ai suoi più stretti amici di aver trovato il modo di viaggiare nel tempo, ma non viene creduto. Gli Eloi di Wells prefigurano alcune caratteristiche che ritroveremo […]

Per Iscriversi Alle Newsletter è Sufficiente

L’insegnante può accedere ai contenuti digitali dei libri misti e agli eventuali ulteriori materiali riservati al docente dopo essersi registrato ad Aula Digitale. Lo studente accede ai contenuti digitali del libro misto tramite il codice PIN personale che trova nel cartoncino inserito nel volume che ha acquistato. Il codice PIN può essere attivato in qualsiasi momento e ha una durata pari alla vita utile del libro più tre mesi. Il PIN di un libro misto è un codice alfanumerico presente su una card o stampato all’interno del volume acquistato. Per utilizzare il libro misto, è necessario collegarsi al sito di Aula Digitale e inserire il PIN nell’apposito box sulla colonna di destra. No. A seconda delle proprie esigenze, i pacchetti digitali sono fruibili direttamente online o scaricabili sul proprio computer, al fine di garantirne la fruizione anche senza essere collegati a Internet. Sì, secondo i requisiti di sistema specificati nella relativa scheda. Descrivere i contenuti, rivelare le informazioni e i punti chiave sono state la base dei test per definire i vantaggi lettura digitale rispetto a quella cartacea. Secondo Alexander bisogna valutare la finalità del testo che si lega al tipo di lettore e alla consapevolezza del mezzo a disposizione. Tanti pensano che andare più veloce aiuti la comprensione insieme alla possibilità di copiare e confrontare passaggi scendendo in profondità con i collegamenti ipertestuali. In realtà non è così. Se si vuole una comprensione profonda del testo è al cartaceo che bisogna rivolgersi. Libri scolastici digitali obbligatori? Il passaggio all’editoria […]

Scuola Digitale. Pro E Contro Della Scuola Digitale 2.0 “Tablet School” Intervista A Bardi

Certo ci sono dei costi altissimi di cui io per prima sono consapevole. Ma bisogna essere lungimiranti e pensare by steps,sicuri che gli investimenti menti e i sacrifici che facciamo oggi ci ripagheranno un domani non una ma dieci, cento mille volte. Conosco bene i problemi della scuola italiana. Noi con la nostra rete, Impara Digitale, abbiamo un po’ fatto scuola. Oggi raccogliamo 25 scuole, però dopo Generazione Web, un bando che ha portato alle scuole della Lombardia 12 milioni di euro e che ha convinto l’Ufficio Scolastico Regionale a chiamarci per fare formazione alle 350 scuole della Regione…per dire. Le risorse ci sono. Io ho convegni in tutta Italia, perché c’è un bisogno enorme da parte dei professori di capire cosa devono fare per dotarsi di metodi di insegnamenti sempre più all’avanguardia e poter condividere ed orientare attivamente l’interesse tecnologico dei loro ragazzi. Spesso si dice che la scuola non ha i soldi per andare avanti, mancano i laboratori, i soldi per la carta igienica ecc ed è innegabile questo, ma non si può risparmiare sul futuro dei ragazzi. La scuola digitale non è un capriccio, una moda ma una necessità che i tempi ci impongono. Scuola digitale, digitalizzare per risparmiare, that’s the way! Quello della scuola digitale è un cambiamento che parte dal basso, chiesto a gran voce in questi anni dagli studenti dell’era 2.0, la generazione “social”, i cosiddetti “nativi digitali”. Bambini, adolescenti, ragazzi che on line sentono di esprimere se stessi meglio che offline o che […]

Insetti Cibo Del Futuro: Il Motivo è Molto Importante

Insetti cibo del futuro: ecco quali sono le novità che riguardano le tradizioni culinarie e di alimentazione. Se fino a qualche anno fa, certi piatti e certe pietanze esotiche venivano viste con una certa diffidenza da noi occidentali, adesso questa visione è decisamente cambiata. Basti pensare ai vari ristoranti orientali che si possono trovare un po’ ovunque, e che ormai sono spuntati fuori come funghi. Tuttavia c’è un cibo, in particolare, che desta ancora una certa avversione, se non addirittura un senso di disgusto, a chi vi si approccia per la prima volta: gli insetti. Sembra quasi assurdo che, mentre sui nostri piatti troviamo della pasta fumante, una succulenta bistecca o una deliziosa frittata, dall’altra parte del mondo le persone si abbuffano di insetti, grilli, formiche e quant’altro. Tuttavia, se si riuscisse a mettere da parte i propri pregiudizi, si riuscirebbero anche a vedere i lati positivi della cosa: che sono tanti indubbiamente, e che non vanno sottovalutati. Il problema, principalmente, è di natura pragmatica: al mondo iniziamo ad essere troppi. Ad oggi, il nostro pianeta è popolato da oltre sette miliardi e mezzo di persone di varie fasce di età, e chiaramente è difficile reperire cibo e risorse per tutte quante. Ecco perché bisogna trovare delle valide alternative: e una soluzione come gli insetti, in questo senso, è davvero ideale. Gli insetti, infatti, sono molto più economici da mantenere e da allevare rispetto, ad esempio, ai bovini, ed occupano anche meno spazio. Sono inoltre estremamente proteici e nutrienti, e […]