Libri Digitali Per DSA, Cosa Fare Per Averli?

Come ottenere i libri scolastici in formato pdf dalla Biblioteca Digitale dell’AID. La Biblioteca Digitale mira ad aiutare i ragazzi dislessici (e con essi i genitori ed insegnanti) a raggiungere il successo scolastico, dalle elementari fino all’università. Il servizio è attivo, on-line, su tutto il territorio nazionale. Vi possono accedere tutti gli studenti con Disturbi Specifici di Apprendimento, le loro famiglie e le scuole di ogni ordine ed grado. I testi possono essere richiesti dai genitori, studenti maggiorenni e scuole, dichiarando di avere una diagnosi di Disturbi Specifici di Apprendimento. Le richieste dei libri possono venir compilate, on-line, dal 1 giugno, per l’anno scolastico successivo, fino al 20 dicembre. Libri parlati, audiolibri e libri digitali, quali sono le differenze? Gli audiolibri invece sono letti da professionisti e spesso sono a pagamento; sono disponibili su CD o da scaricare da internet (MP3). Li troverete facilmente con una semplice ricerca in internet. Molto differenti sono i libri digitali. Questi sono testi scolastici messi a disposizione dalle case editrici; sono disponibili su CD ma possono essere letti solamente con un sintetizzatore vocale installato sul proprio Personal Computer, visualizzandoli con un programma di lettura per file .pdf (Adobe). Da questi file è possibile selezionare parte del testo per creare degli appunti personali e mappe concettuali. Biblioteca italiana: è una biblioteca digitale di testi rappresentativi della tradizione culturale e letteraria italiana dal Medioevo al Novecento. Continuiamo, quindi, la nostra indagine per scoprire quali sono i siti che permettono di scaricare legalmente gli eBook. Bookrepublic è […]

Libri Digitali Scolastici

I libri digitali scolastici sono i libri di testo adottati dalle scuole, uguali in tutto e per tutto a quelli cartacei ma in formato digitale (PDF) ATTENZIONE NON SONO AUDIO LIBRI. Per avere i libri digitali vi dovete procurare le liste dei libri adottati, le quali sono reperibili sui siti delle scuole di ogni ordine e grado, oppure chiederle alle cartolerie dove ordinerete i libri cartacei. Associazione Italiana Dislessia in regola con l’anno in corso (40 €.) gennaio-dicembre. ALLA FINE DELLA REGISTRAZIONE, vi arriverà nella vostra mail il nome utente con password, la password potete poi modificarla a vostro piacere, il nome utente no, (abbiate cura di conservare entrambi per gli anni successivi). Per modificare la password dovete andare nel sito AID e entrare nell’area soci, e procedere al cambio. IMPORTANTE la quota associativa copre da gennaio a dicembre, e non è per anno scolastico, inoltre il rinnovo della tessera annuale è molto più veloce, implica solo il pagamento della quota, il resto rimane tale e quale. Codice ISBN il codice si trova dietro i libri cartacei sono una serie di numeri, li potete trovare nelle liste dei libri che forniscono tutte le scuole nei rispettivi siti, oppure chiederli alle cartolerie dove ordinerete i libri cartacei. Se non fosse chiara la procedura a fondo pagina c’è un video illustrativo. IMPORTANTE: i libri digitali NON sono in formato AUDIO, ma in PDF, ma essendo file aperti e non protetti, sono selezionabili e quindi utilizzabili, con un sistetizzatore vocale, ci si può […]

I Libri Digitali Sono

In primo luogo è possibile portare con sé centinaia e centinaia di testi senza raggiungere pesi notevoli: basti pensare che un solo gigabyte di memoria è in grado di contenere oltre cinquecento libri. Utilizzare un tablet permette anche di creare una propria libreria personale, dividendo i libri in categorie e posizionandoli sugli appositi scaffali. I libri resteranno sempre al loro posto e soprattutto saranno sempre a portata di tap. Gli eBook, a differenza dei libri cartacei, possono offrire contenuti interattivi. I concetti più complessi dell’argomento di studio possono essere spiegati attraverso un’animazione, lo studente può approfondire il contenuto del testo didattico visitando i link proposti e può acquistare in pochi secondi altri libri, didattici e non, collegati all’argomento. Parlando di tablet si tende quasi sempre a pensare all’iPad, gioiellino della Apple che ha conquistato milioni e milioni di persone in tutto il mondo. In realtà l’iPad non è il tablet più adatto alla lettura perché, proprio come accade con un normale computer, leggere su uno schermo retroilluminato causa affaticamento degli occhi e alla lunga la vista ne risente. Il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) è il documento di indirizzo del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per il lancio di una strategia complessiva di innovazione della scuola italiana per un nuovo posizionamento del suo sistema educativo nell’era digitale. E’ un pilastro fondamentale della Legge 107/2015 che persegue l’innovazione del sistema scolastico e le opportunità dell’educazione digitale. ACCESSO: favorire l’accesso e la connessione attraverso fibra ottica, connettività e cablaggio interno delle […]

Libri Scolastici Digitali Tra Leggi E Dubbi

Affronto finalmente un argomento su cui mi ero ripromesso di scrivere qualcosa già da molto tempo, agli esordi di questo blog, quando iniziai a parlare delle prospettive del digitale. Inizierei con quello che si pone un po’ come termine post quem e da cui tutto ha più o meno inizio, la famigerata Legge del 6 agosto 2008, meglio ancora l’art. Molti hanno osservato, non a torto, che la legge non specifica molto di più e lascia interrogativi su come poi il materiale su supporto digitale debba essere utilizzato: in classe o a casa? I ragazzi saranno dunque dotati di netbook in classe? Cosa significa “versioni online o mista”? E questo solo per fare prime banali domande (sono sicuro che gli editori e gli insegnanti ne hanno molte di più). In pratica, come punto di partenza abbiamo una legge che in qualche modo impone l’adozione di materiali didattici su supporto digitale ma non ne spiega le modalità tecniche, didattiche e metodologiche. Profumo di innovazione per la scuola italiana che a partire dall’anno scolastico 2014/2015 vedrà i collegi dei docenti adottare libri nella versione digitale. Un processo graduale, però, che riguarderà le classi prima e quarta della scuola primaria, la classe prima della scuola secondaria di primo grado, la prima e la terza classe delle superiori. La svolta arriva grazie al decreto firmato dal ministro Francesco Profumo, che costituisce un passo avanti “verso la realizzazione degli obiettivi fissati dall’Agenda digitale” ma anche un provvedimento che mira al risparmio. Come detto dal 2014/2015 […]

35 Punti Per Capire Tutto Sul Piano Nazionale Scuola Digitale

Nel 2007 si comincia a discutere di Piano Nazionale per la Scuola Digitale: si punta a modificare gli ambienti. Le classi 2.0 sono partite nel 2009 e prevedevano la realizzazione di laboratori nelle classi, per offrire agli studenti ambienti di apprendimento innovativi. Dal 2009 al 2012 sono state coinvolte 416 classi di ogni ordine per un finanziamento complessivo di 8.580.000 euro per l’acquisto delle dotazioni tecnologiche e di 1.944.857 euro per supporto e formazione. Azione Editoria digitale scolastica” comincia nel 2010 per realizzare contenuti digitali in 20 istituti scolastici, ripartiti tra i vari ordini e gradi di scuola, con un finanziamento di circa 4.400.000 euro. L’Osservatorio tecnologico del Miur è stato istituito nel 2000 e si occupa di raccogliere i dati sul processo di digitalizzazione delle scuole. Obiettivi: Ogni scuola deve essere raggiunta da fibra ottica, o comunque da una connessione in banda larga o ultra-larga, sufficientemente veloce per permettere, ad esempio, l’uso di soluzioni cloud per la didattica e l’uso di contenuti di apprendimento multimediali. Obiettivi: Le strutture interne alla scuola devono essere in grado di fornire, attraverso cablaggio LAN o wireless, un accesso diffuso, in ogni aula, laboratorio, corridoio e spazio comune. Obiettivi: Rafforzare le iniziative di formazione per sviluppare soprattutto quelle che sono le “competenze di innovazione e sperimentazione didattica”. Obiettivi: L’animatore digitale è un docente che, insieme al dirigente scolastico e al direttore amministrativo, ha un ruolo strategico nella diffusione dell’innovazione a scuola. Ad ogni scuola saranno assegnati 1.000 euro all’anno, che saranno vincolati alle attività […]

Oppure Cosa Vi Blocca?

Una breve spiegazione su cosa è (ma soprattutto cosa non è) un eBook e quali sono i vantaggi della lettura digitale, per superare il concetto di libro come tutt’uno con il testo. Negli ultimi tempi la parola eBook è sulla bocca di tutti, ma cosa significa? Il termine eBook sta per electronic book, cioè libro digitale: testo che può essere letto su smartphone, eReader (lettori digitali), tablet e computer. La sfida del lettore è superare il limite del contenitore (l’eBook) per concentrarsi sul contenuto; la sfida degli editori è cercare di pubblicare contenuti sempre migliori, con una particolare attenzione al contenitore (sia esso di carta o digitale). Con questa idea in mente cerchiamo ora di capire cosa è un eBook. Il termine eBook in realtà non identifica un prodotto particolare, ma un concetto: quello di libro digitale; vien da se che ogni forma di testo (o prodotto artistico simile) possa essere definito eBook, se viene fruito digitalmente. Apple, questa volta con la “e” davanti (eLibro), anche perché l’App per leggere libri digitali sui dispositivi della mela si chiama iBooks (con la “i”). Ma quali sono i vantaggi di un eBook e perché dovrei passare alla lettura digitale? Book (in particolare gli ePub) sono altamente accessibili ad esempio da persone ipovedenti (sfruttando particolari software che “leggono” loro il libro). Per chi volesse maggiori informazioni su cosa sono gli eBook, come si leggono e dove si comprano vi invito a leggere questo booklet realizzato da Luisa Capelli per le biblioteche della provincia […]

La Scuola Digitale: L’esperienza Del Centro Studi Casnati Di Como

Al Centro Studi Casnati le lezioni si fanno con portatili, ebook e videoproiettori Epson. A Como l’esperienza di una scuola digitale Como. La scuola digitale è possibile: a Como gli studenti del Centro Studi Casnati fanno lezione con videoproiettori e computer portatili e confermano che studio e tecnologia sono una realtà, anche in Italia. Il centro Studi Casnati è una delle scuole in Italia che hanno investito risorse ed energie nelle tecnologie moderne, per fornire agli studenti una formazione di livello elevato e contemporaneamente al passo con i tempi. Già nel 2009, la scuola di Como guardava al digitale, attraverso la condivisione su un a piattaforma di formazione a distanza dei libri di testo realizzati dai docenti. Dopo questo primo passo nel mondo della tecnologia, la scuola ne ha fatto un altro, forse più impegnativo: ho dotato gli studenti di computer portatili. Oggi, l’ultimo passo: la didattica interattiva realizzata grazie a videoproiettori Epson, videoproiettori interattivi Epson EB-485wi, che oggi vengono impiegati quotidianamente dai docenti per le attività didattiche per un’esperienza di insegnamento coinvolgente e interattiva. Il Centro Studi Casnati è un istituto paritario che conta circa 800 studenti con quattro indirizzi di scuola secondaria superiore. Siamo fortemente focalizzati – spiega Davide Discacciati, dirigente della scuola – sugli aspetti concreti dell’insegnamento, con un’impostazione didattica volta a insegnare una professione ai ragazzi. Analoga attenzione è dedicata alle infrastrutture tecnologiche, che prevedono portatili per tutti gli studenti, videoproiettori interattivi in più di 40 classi, un’infrastruttura di rete che permette a tutti di usare […]

Si Tratta Di Libri Digitali In Pdf Che

Si tratta di un sito con testi in varie lingue – tra cui anche l’italiano – i cui libri digitali sono di più vario genere: dalle poesie all’horror, dai racconti d’avventura alle storie romantiche. Gli eBook sono in continua crescita e rappresentano uno dei modi più versatili di leggere. Ormai gli eBook in lingua italiana sono diffusi e ogni giorno lo sono di più. Se a questa ampia disponibilità uniamo la possibilità di leggere gratis, allora il piacere è maggiore. Ecco tre siti molto forniti. Amazon: il colosso della vendita online dei libri ha un’ampia sezione di eBook gratis, naturalmente in formato .mobi. La scelta è ampia: si va dai classici (anche in inglese, tedesco, francese e spagnolo) a varie proposte, anche di pubblicazioni contemporanee. Amazon, inoltre, aggiorna ogni ora la classifica degli eBook gratuiti più scaricati. Internet Bookshop (IBS): anche in casa nostra abbiamo il fornitissimo IBS che mette a disposizione tantissimi titoli in eBook da scaricare gratuitamente. Al momento in cui scriviamo sono 318 gli eBook gratuiti presenti su IBS. Non solo libro. Potrebbe chiamarsi così la campagna portata avanti dal Movimento delle Avanguardie educative per integrare o sostituire i testi didattici con altre risorse autoprodotte. L’idea è quella di cambiare volto alla scuola: oggi i ragazzi arrivano ancora in classe con enormi zaini pieni di quaderni e libri di storia, geografia, grammatica, italiano, scienze e tecnologia. Ogni materia ha il suo libro. A questo punto si aprono nuove possibilità per le classi: scegliere di usare i volumi […]

Come Sfogliare Il Tuo HUB Libro?

Ogni pagina di HUB Libro Kids e HUB Libro Young si presenta con il layout del testo cartaceo ed è ricca di contenuti multimediali come video, fotogallery, audio, animazioni ed esercizi interattivi pensati per il ripasso e l’autovalutazione. Il pulsante “Accessibilità” permette di leggere la versione accessibile del libro di testo: è possibile modificare le dimensioni del testo, scegliere un carattere ad alta leggibilità, usufruire della sintesi vocale. Come sfogliare il tuo HUB Libro? Per studiare con HUB Libro Kids è necessario scaricare l’app HUB Kids; per studiare con HUB Libro Young è necessario scaricare l’app HUB Young. Entrambe le app sono disponibili per desktop Windows, Mac OS e Linux, e per tablet Android e iPad iOS. Vai alla pagina dedicata per scaricare la versione di HUB Young e HUB Kids per il tuo dispositivo. Hai bisogno di assistenza? Visita la sezione FAQ del sito. Vuoi leggere in anteprima un capitolo campione di un HUB Libro 2017? Visita la nostra pagina di approfondimento. In alternativa, puoi cercare un’opera per titolo o autore sfruttando l’apposito form collocato sul lato destro della pagina. Una volta individuato il libro che ti piacerebbe scaricare, clicca sul pulsante PDF gratis collocato sotto il suo titolo. Non sono richieste iscrizioni per scaricare gli e-book e non sono previste limitazioni di alcun genere. Un altro sito sul quale è possibile trovare decine di libri PDF gratis è ManyBooks che distribuisce opere di pubblico dominio in tutte le principali lingue del mondo. Per sfogliare quelle in italiano, visita […]

Libri Cartacei O Libri Digitali?

Durante l’ultima vacanza che ho fatto metà di una valigia era piena di libri. Adesso potrei portare tutto nel marsupio. E ancora: racconti. Un genere che non tira molto, in Italia, ma che nel mondo anglosassone è importante quanto quello dei romanzi. E se le antologie vendono poco, perché non poter comprare un singolo racconto a un prezzo stracciato? Un nuovo contenitore che prende il posto delle riviste specializzate che hanno fatto la fortuna di molti autori di genere, che hanno iniziato proprio pubblicando racconti (Asimov su tutti). Un singolo racconto non può essere pubblicato in versione cartacea. In formato digitale, sì. Tanti vantaggi, sta bene. Ma amo ancora di più la carta, sono un romantico, forse. L’altro giorno ero a casa di un’amica scrittrice, insieme ad altri colleghi. Appena entrati in casa siamo stati catturati dalla libreria. E subito tutti a sbirciare i titoli, a parlare, a confrontarci, a ricordare. Non solo guardare una libreria piena di libri è bello, emozionante, ma davanti a una libreria si parla, si evade, si elaborano concetti e pensieri. Immaginate una parete vuota e un lettore e-book poggiato su un mobiletto. Non sarebbe stata la stessa cosa. Avremmo parlato in modo diverso, prendendo altri percorsi. Leggere i libri è meraviglioso. Ma anche stare lì a guardarli è emozione non da poco. La sera, prima di prendere sonno, osservo sempre la mia libreria, tutti quei libri ammucchiati in modo disordinato (perché sono troppi), che sembrano sussurrare, invitare i pensieri. Cosa guarderanno le persone tra […]