Libri Digitali Scolastici

I libri digitali scolastici sono i libri di testo adottati dalle scuole, uguali in tutto e per tutto a quelli cartacei ma in formato digitale (PDF) ATTENZIONE NON SONO AUDIO LIBRI. Per avere i libri digitali vi dovete procurare le liste dei libri adottati, le quali sono reperibili sui siti delle scuole di ogni ordine e grado, oppure chiederle alle cartolerie dove ordinerete i libri cartacei. Associazione Italiana Dislessia in regola con l’anno in corso (40 €.) gennaio-dicembre. ALLA FINE DELLA REGISTRAZIONE, vi arriverà nella vostra mail il nome utente con password, la password potete poi modificarla a vostro piacere, il nome utente no, (abbiate cura di conservare entrambi per gli anni successivi). Per modificare la password dovete andare nel sito AID e entrare nell’area soci, e procedere al cambio. IMPORTANTE la quota associativa copre da gennaio a dicembre, e non è per anno scolastico, inoltre il rinnovo della tessera annuale è molto più veloce, implica solo il pagamento della quota, il resto rimane tale e quale. Codice ISBN il codice si trova dietro i libri cartacei sono una serie di numeri, li potete trovare nelle liste dei libri che forniscono tutte le scuole nei rispettivi siti, oppure chiederli alle cartolerie dove ordinerete i libri cartacei. Se non fosse chiara la procedura a fondo pagina c’è un video illustrativo. IMPORTANTE: i libri digitali NON sono in formato AUDIO, ma in PDF, ma essendo file aperti e non protetti, sono selezionabili e quindi utilizzabili, con un sistetizzatore vocale, ci si può […]

I Libri Digitali Sono

In primo luogo è possibile portare con sé centinaia e centinaia di testi senza raggiungere pesi notevoli: basti pensare che un solo gigabyte di memoria è in grado di contenere oltre cinquecento libri. Utilizzare un tablet permette anche di creare una propria libreria personale, dividendo i libri in categorie e posizionandoli sugli appositi scaffali. I libri resteranno sempre al loro posto e soprattutto saranno sempre a portata di tap. Gli eBook, a differenza dei libri cartacei, possono offrire contenuti interattivi. I concetti più complessi dell’argomento di studio possono essere spiegati attraverso un’animazione, lo studente può approfondire il contenuto del testo didattico visitando i link proposti e può acquistare in pochi secondi altri libri, didattici e non, collegati all’argomento. Parlando di tablet si tende quasi sempre a pensare all’iPad, gioiellino della Apple che ha conquistato milioni e milioni di persone in tutto il mondo. In realtà l’iPad non è il tablet più adatto alla lettura perché, proprio come accade con un normale computer, leggere su uno schermo retroilluminato causa affaticamento degli occhi e alla lunga la vista ne risente. Il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) è il documento di indirizzo del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per il lancio di una strategia complessiva di innovazione della scuola italiana per un nuovo posizionamento del suo sistema educativo nell’era digitale. E’ un pilastro fondamentale della Legge 107/2015 che persegue l’innovazione del sistema scolastico e le opportunità dell’educazione digitale. ACCESSO: favorire l’accesso e la connessione attraverso fibra ottica, connettività e cablaggio interno delle […]

Come Mangiare Sano

L’alimentazione sana è come il cane: non si abbandona quando si va in vacanza! Ecco, dopo un anno di lavoro arrivano le tante attese vacanze. E magari arrivano anche dopo un anno di mangiar sano. Quindi come si fa a conciliare la vacanza del corpo con quella dello spirito? All’inizio, anni fa, leggevo attentamente la mia guida e selezionavo i posti in cui potessi mangiare almeno vegetariano. Questa tecnica è durata molto poco: spesso mangiare vegetariano vuol dire, soprattutto nei paesi nordici, patate e formaggi. Sappiamo bene che spesso “mangiare vegetariano” è ben lontano da “mangiare sano”, quindi questa soluzione non funziona. Negli anni successivi mi sono fatta furba e, oltre a cercare dei locali adatti, ho messo a punto un kit di sopravvivenza macrobiotico. Perché mangiare sano anche in vacanza? Hai ragione. Una vacanza è una vacanza, ed è bello rilassarsi sotto tutti i punti di vista. Si stacca la mente, si respira aria nuova, si scoprono nuovi posti e nuovi sapori, si perdono i filtri che ci accompagnano durante la vita lavorativa, ci si lasciano alle spalle problemi e tensioni. Quindi perché costringersi a mangiare sano anche se siamo via? Scegliere uno o l’altro. Ad esempio, se si sceglie di aggiungere una piccola quantità di formaggio, poi aggiungete alla vostra insalata del limone ed erbe aromatiche al posto dell’olio, quindi o l’uno o l’altro. Se volete un pranzo caldo e abbondante, provate a fare una grande pentola di minestra durante il fine settimana e poi dividetela in contenitori […]

Come Mangiare Sano Ed Economico

La crisi economica in atto ci ha costretto a rivedere le nostre abitudini e il nostro stile di vita anche quando facciamo la spesa. Basta poco quindi per mangiare in modo salutare senza spendere grandi cifre e soprattutto senza rinunciare alla qualità degli alimenti: il tutto con un occhio di riguardo alla dieta. Esistono infatti una grande varietà di alimenti poco costosi ma dall’alto valore nutritivo. Fate almeno tre pasti al giorno senza mai trascurare la prima colazione. A pranzo e cena scegliete soprattutto prodotti di origine vegetale come frutta e verdura di stagione, legumi e cereali, meglio ancora se prodotti localmente nei mercatini dei coltivatori diretti presenti in città. Cercate di non farvi mai mancare almeno 5 porzioni al giorno di frutta e verdura. Fate una puntatina al mercato in orario di chiusura delle bancarelle: troverete ortaggi e frutta a prezzi ancora più bassi. Introducete sempre, a pranzo o a cena, almeno una porzione di cereali e derivati come ad esempio pane, pasta, riso, mais o patate. Proteine. L’apporto proteico è più alto di qualsiasi altro tipo di alimento vegetale e animale e rappresenta addirittura il 60-70 per cento del peso del prodotto. Bisogna ricordare però che i dosaggi raccomandati, di 4 g per la Klamath e di 5-10 g per Spirulina e Clorella, non possono soddisfare autonomamente il fabbisogno proteico giornaliero. Grassi. Sono abbondanti, maggiormente gli insaturi quali gli omega 6 e, nel caso della Klamath, gli omega 3, questi ultimi essenziali e spesso carenti nelle nostre diete. […]

Futuro Del Cibo

L’obiettivo della provocazione, ri-pensare il futuro, slogan delle manifestazioni che animeranno quest’anno Aarhus e la regione danese del Mid-Jutland come European Capital of Culture and European Region of Gastronomy. La cena comincia all’aperto giocando nella contrapposizione fra calorie sintetiche e insapori, e tamales cucinati sotto la brace in modo tribale. Poi lo chef Sioux Sean Sherman, dal Minneasota, offre cibo selvatico, facendo come per secoli ha fatto il suo popolo. In una terra ricca, i nativi americani non hanno mai allevato o coltivato, vivendo in pace con la natura e ricevendo da essa tutto ciò che avevano bisogno, come in un giardino dell’Eden. Ogni portata viene pensata e cucinata da uno chef, e servita in un diverso set, allestito per l’occasione. Proteine animali derivate dagli insetti, fonte di nutrienti altamente sostenibile. Ecco cosa potremmo finire per mangiare in un futuro in cui vacche, maiali e polli sono diventati specie protette e non c’è più terra per allevarli. Se state pensando a bocconcini formato caramella che contengono tutto quello di cui abbiamo bisogno vi state sbagliando di grosso, perché il cibo del futuro sarà privo di grassi e glutine e sarà molto sano. La nuova tendenza ovviamente arriva da New York e preparatevi a polpette, torte e frullati di benessere. Avete presente Dustin Hoffman nel “Laureato” quando gli dicono che il futuro è nella plastica? Bene, noi abbiamo fatto la stessa espressione quando in un articolo abbiamo letto che il futuro è nel cocco. La cosa più strana però è che […]

Libri Scolastici Digitali Tra Leggi E Dubbi

Affronto finalmente un argomento su cui mi ero ripromesso di scrivere qualcosa già da molto tempo, agli esordi di questo blog, quando iniziai a parlare delle prospettive del digitale. Inizierei con quello che si pone un po’ come termine post quem e da cui tutto ha più o meno inizio, la famigerata Legge del 6 agosto 2008, meglio ancora l’art. Molti hanno osservato, non a torto, che la legge non specifica molto di più e lascia interrogativi su come poi il materiale su supporto digitale debba essere utilizzato: in classe o a casa? I ragazzi saranno dunque dotati di netbook in classe? Cosa significa “versioni online o mista”? E questo solo per fare prime banali domande (sono sicuro che gli editori e gli insegnanti ne hanno molte di più). In pratica, come punto di partenza abbiamo una legge che in qualche modo impone l’adozione di materiali didattici su supporto digitale ma non ne spiega le modalità tecniche, didattiche e metodologiche. Profumo di innovazione per la scuola italiana che a partire dall’anno scolastico 2014/2015 vedrà i collegi dei docenti adottare libri nella versione digitale. Un processo graduale, però, che riguarderà le classi prima e quarta della scuola primaria, la classe prima della scuola secondaria di primo grado, la prima e la terza classe delle superiori. La svolta arriva grazie al decreto firmato dal ministro Francesco Profumo, che costituisce un passo avanti “verso la realizzazione degli obiettivi fissati dall’Agenda digitale” ma anche un provvedimento che mira al risparmio. Come detto dal 2014/2015 […]

Come Mangiare Sano Anche Senza Saper Cucinare Bene

Ecco come cucinarla in tantissimi e semplici modi QUI! Anche il pesce e le carni bianche sono cibi adatti per chi sta seguendo una dieta e sono alimenti molto facili da cucinare. Procuratevi una griglia: preparare un filetto di pesce o un petto di pollo alla griglia è un gioco da ragazzi! Fate scaldare bene la griglia, poi mettete il pesce o la carne sul fuoco: lasciate cuocere 5-6 minuti per lato e voilà, il pranzo è pronto. Un’altra delle cotture consigliate è senz’altro al forno o al vapore: non serviranno condimenti grassi e avrete tutto il gusto degli alimenti preservato, anche con l’aggiunta di erbe e spezie. Lo yogurt bianco o greco con frutta e qualche biscotto: ecco a voi la colazione o la pausa perfetta! Nulla vi vieta anche di preparare una bowl di yogurt e frutta anche per un pranzo leggero: dovrete solo assemblare gli ingredienti e gustare la dolcezza di questa ricetta sana, semplice e gustosa. Rimarrete sorpresi dalla facilità con cui si può preparare lo yogurt greco in casa: scoprite come fare QUI! Sicuramente non un pranzo di tutti i giorni, ma da un paio di volte alla settimana sì! Stiamo parlando del gelato – rigorosamente alla frutta – e dei ghiaccioli, meglio ancora se fatti in casa senza o con poco zucchero: trovate la ricetta di gustosi ghiaccioli fai da te QUI! Anche il gelato può essere realizzato con facilità in casa, con o senza gelatiera: arricchitelo con frutta fresca e cereali e avrete […]

Come Far Mangiare Sano Il Proprio Bambino

Una giusta divisione dei compiti tra genitori e figli è quella secondo cui i primi scelgono cosa mangiare, i secondi quanto. Spesso il genitore non riconosce la giusta quantità sufficiente a saziare il bambino e fa spesso riferimento alle proprie porzioni. Tra capricci e rifiuti, come far mangiare sano i bambini? Bisogna far capire ai piccoli che mangiare sano è saporito. Spesso si crede che un’alimentazione corretta non sia buona, ma è un mito da sfatare. Per questo consiglio ai genitori di non dire ai propri figli ‘ti fa bene’, ma ‘assaggia quanto è buono! In più, mangiare in maniera corretta serve ad ampliare lo spettro dei sapori. E se il piccolo non mangia? Quando si parla di alimentazione si perde la saggezza. Mamme e nonne – in particolar modo – pensano che se il bambino non mangia potrebbe morire. Basterebbe non vivere la cosa come un rifiuto personale ed essere più testardi dei bambini. Queste bevande hanno diversi benefici, come quello di tranquillizzarvi e rilassarvi. In caso di ipertensione, disturbi cardiovascolari, problemi ai reni, gravidanza, anemia o obesità, si consiglia di evitare il consumo di caffè o di ridurlo al minimo. Non prendete il caffè insieme ai farmaci antidepressivi o mentre fumate, altrimenti potrebbe scatenare un forte mal di testa, emicrania e aumentare la pressione arteriosa. Optate per il caffè biologico. Forse è più costoso rispetto ad altre varietà presenti in commercio e dovrete andare in un negozio specifico, ma la differenza con il caffè normale è enorme. Il […]

Come Mangiare Sano Ed Economico

Aggiungete inoltre una buona porzione di verdura, cotta o cruda. La classica pasta al sugo di pomodoro. Velocissima da preparare, è un piatto completo ed economico. Condimenti buoni e poco costosi: quello classico al pomodoro e basilico, olio d’oliva e formaggio grattugiato. Bandite piatti pronti e snack calorici e almeno due volte a settimana, fate in modo che nella vostra dieta compaiano i legumi. Spazio quindi a ceci, fagioli, lenticchie, fave e piselli. Non dimenticate inoltre che con i cereali potete anche dar vita a tanti gustosi piatti unici come ad esempio la pasta e fagioli, facile da preparare, sana e decisamente low cost. Non esagerate con il consumo di carne, basta consumarla una/due volte a settimana e preferibilmente bianca. Stessa cosa per il pesce. Non consumate troppi insaccati, latticini e formaggi. Evitate inoltre di comprare i salumi già affettati e in vaschetta: in genere costano di più di quelli chiesti al banco. Pesce azzurro di piccola dimensione che contengono omega 3 che offrono prevenzione cardiovascolare. Questi alimenti devono sostituire i prodotti d’origine animale e quelli raffinati, presenti nella tua attuale dieta, formando così la base dell’alimentazione giornaliera. Energetica: fornisce energia giusta per il tuo organismo. Di contro sempre il Codice europeo contro il cancro suggerisce di limitare gli alimenti raffinati e processati, perché aumentano l’incidenza dell’obesità e di patalogie croniche. Sale e cibi che lo contengono: il WCRF indica a 6 gr la quantità giornaliera da consumare. La limitazione di questi alimenti è dettata dalla presenza di: grassi idrogenati, […]

Cosa E Come Mangeremo Tra Vent’anni?

I tecnici dell’Asl hanno sequestrato gli insetti del padiglione olandese in quanto sprovvisti dei visti sanitari necessari. Niente più degustazioni a base di snack di larve e cavallette essiccate, dunque, almeno per il momento, ma una sosta ai Paesi Bassi può risultare comunque interessante. Non avendo una vera propria entrata, quello olandese è uno dei pochi padiglioni per cui non serve mettersi in coda. Lo spazio si sviluppa per la maggior parte all’esterno e presenta delle caratteristiche del tutto originali. L’insegna luminosa con la scritta Holland, i tendoni e i colori richiamano alla mente un piccolo luna-park e tutto sembra predisposto per concedere al visitatore un momento di puro relax e divertimento. In realtà, i temi trattati sono tutt’altro che leggeri. L’Olanda propone forme di collaborazione internazionale e di condivisione di soluzioni creative, come ad esempio il sistema di bonifica delle terre paludose e di gestione delle risorse idriche attuato da secoli nei Paesi Bassi. Reputazione, trasparenza e certificazioni Modi per cucinare sano e bene: Pratica e veloce Una forte promiscuità delle colture; 200 gr di ceci CIBI DA CONSUMARE IN MANIERA LIMITATA Non c’è ragione per berne in eccedenza, però, la sete è un indicatore piuttosto affidabile del bisogno che il corpo ha di essere idratato. Meglio evitare le bevande gassate con lo zucchero e i dolcificanti artificiali, i succhi di frutta, il latte e la birra. La regola, in questo caso è molto semplice: Non bere calorie. Cioccolato: Meglio scegliere il cioccolato biologico con il 70% di cacao […]