Consigli seo per l’architettura Web: elevare il contenuto

 Gran parte della white hat SEO (e che è sempre più importante per il motore di ricerca) si basa sul concetto di “ web architecture “, che a sua volta è la base di quello che oggi è comunemente noto come ” SEO on page “.

Consulente SEO: UN RUOLO IMPORTANTE

Il SEO su pagina arriva determinato in larga misura dall’architettura della nostra pagina ed è una delle cose che sto toccando più in profondità nel corso SEO che sarà presto rilasciato www.francodane.it. Gli scambi di collegamenti non sono consigliabili e meno ora dopo “del Pinguino”, un collegamento reciproco ha appena forza è meglio farlo in modo incrociato (nei prossimi post).

 

Questo post sarà una piccola introduzione al concetto di architettura e attraverso di esso ti farò capire la sua importanza nel mondo del consulente per la SEO. Vedremo passo dopo passo un consiglio per classificare meglio i tuoi articoli e mostrerò esempi reali di nicchie sia in testo che in formato video.

Anche avvio lean . Tutto può essere applicato senza spendere un singolo, qualcosa che non è sempre possibile (ad esempio per questo strumento e non smetterei mai di pagare) ma in questo caso in particolare.

Comprendere come eseguire la scansione di Googlebot

] Noi, blogger, webmaster in generale e anche SEO possiamo garantirvi, posso garantire hyper … che non ci prendiamo quasi mai troppo cura quando progettiamo un’architettura web “amichevole” con motori di ricerca.

Intendiamo posizionare una parola chiave che attacciamo con una “ voce di WordPress ” e con il passare del tempo (e pubblichiamo sempre più post) non teniamo conto di quell’input che volevamo posizionare va giù … e giù e giù per entrare nella nostra pagina.

Cioè, se si ha la tipica (nefanda) architettura del “blog” dove l’ultima voce è mostrata sopra e le più vecchie sotto

 

, questa è una corretta collocazione delle informazioni se volessi classificare quella voce (che non è il caso), ma c’è il problema che mentre pubblico più post questa voce andrà giù per le posizioni.

 

E questo accade con la maggior parte di temi o modelli di oggi quando si lavora con WordPress.

Un post sulla home è più facilmente trovato da Googlebot, che entra nella tua home page e traccia dall’alto al basso

Un post che è “nella quinta pinna” della tua pagina web, sepolto a metà della / page / 8 / e senza i collegamenti interni che puntano verso di esso sarà molto più complicato da seguire bene dal ragno e che si tradurrà in una classifica peggiore nei risultati di Google.

Finora è di base.

Basandoci su questo impareremo a giocare un po ‘con il posizionamento degli elementi per favorire il tracciamento di Googlebot parte di alcuni dei nostri ar Articoli principali

Il posizionamento del contenuto determina la classifica: esempi reali

La posizione del contenuto influenza il posizionamento.

Questo è qualcosa che i miei amici  hanno già conosciuto e con cui hanno suonato a lungo  hanno messo i post che vogliono concentrare maggiormente sulla loro homepage di succo / forza / autorità

Il robot legge dall’alto al basso e usa questo comportamento per favorire la scansione.

Tuttavia, a volte alcuni blogger ottengono questo effetto senza cercarlo

Negli esempi visti può essere visto chiaramente. Ho ancora altri siti web in cui ciò accade e continua ad accadere: posizionamento delle condizioni di posizione. Ma non posso mostrarli tutti perché in alcuni casi sono reti che mi riservo di mostrare in un altro momento.

Nei casi commentati, i blogger che hanno classificato quelle parole chiave più alte del normale non lo hanno fatto con una determinata intenzione, ma la loro “web architecture” è stata favorita in questo senso.

Vediamo come farlo in modo consapevole e molto più ottimizzato: lascia che Googlebot passi molte più volte per il nostro meglio post .

Continua a leggere 😉

Correggere una voce statica all’inizio della nostra pagina

 

Se pubblichiamo una voce, possiamo continuare a pubblicare nuovi post e resterà in cima

L’ordine naturale in questo momento di voci è il seguente:

  1. Come fare un martello fatto in casa in 10 passi
  2. Come imparare la borsa in 10 passi
  3. Come decorare uno spazio in stile Zen in 10 semplici passi
  4. Come prevenire l’invecchiamento precoce in 10 passi
  5. Come preparare una colazione completa e salutare in 10 passi
  6. Come alleviare il mal di schiena naturalmente in 10 passi

Ok.

Avanti per impostare la voce “ 6 “. Quello del mal di schiena in modo che appaia sempre soprattutto, indipendentemente dal fatto che pubblichiamo più voci o meno.

Per questo andiamo all’elenco delle voci nel nostro pannello WordPress e faremo clic su ” Modifica rapida “, proprio dove punta la freccia blu.

In quel momento vedremo un menu che ci permetterà di impostare la voce da una delle opzioni native di WordPress. Faremo clic sulla casella “contrassegna questa voce come fissa”.

E … voilà! Abbiamo già inserito la voce scelta in modo impeccabile nella parte superiore del nostro tema, in attesa che Googlebot la attraversi ancora e ancora prima degli altri …

Il risultato visivo con la voce numero 6 (del dolore indietro) sarebbe questo:

L’ingresso del mal di schiena sarà corretto, indipendentemente dal fatto che pubblichiamo più post e non andremo mai giù

Ora l’ordine è diventato questo:

  1. ] Come alleviare il dolore alla schiena in 10 passaggi [ FISSO ]
  2. Come fare un martello fatto in casa in 10 passi
  3. Come imparare la borsa in 10 passi
  4. ] Come decorare uno spazio in stile Zen in 10 semplici passi
  5. Come prevenire l’invecchiamento precoce in 10 passi
  6. Come preparare una colazione completa e salutare in 10 passi

Per vedere come funziona, pubblicheremo una voce vuoto chiamato “Test 1 “a titolo di esempio in questo stesso blog, attento:

Ora l’ordine sarebbe:

  1. Come alleviare il mal di schiena naturalmente in 10 passi [ continua FISSO ]]
  2. Test 1 (nuova voce)
  3. Come fare un martello fatto in casa in 10 passi
  4. Come imparare la borsa in 10 passi [19659042] Come decorare uno spazio in stile Zen in 10 semplici passi
  5. Come prevenire l’invecchiamento precoce in 10 passi
  6. Come preparare una colazione completa e salutare in 10 passi

Abbiamo pubblicato la voce “prova 1” e la l’ordine della voce fissa non è cambiato.

Questa sarebbe l’idea da applicare.

Continuiamo con la tecnica passo dopo passo.

Come scegliere la voce del mio blog che dovrei postare?

conosciamo l’importanza del posizionamento del contenuto e anche come correggere una voce nella parte superiore, ma manca qualcosa di importante e … Come faccio a sapere esattamente quale input dovrei postare? Prendo quello che voglio?

Ovviamente puoi farlo in questo modo ma cerco di seguire il seguente processo che penso da un Il punto di vista SEO è più potente.

Andiamo al nostro Google Analytics.

Clicchiamo su “comportamento” e quindi su “panoramica”. Questo di default ci mostrerà il traffico dei nostri 10 post più visitati negli ultimi 30 giorni:

Tra queste 10 pagine, “controlleremo” quali di questi sono al di sotto della Top 1 (perché se sono nella Top 1 non è più possibile caricarli di più), ma sulla prima pagina di Google.

Vale a dire: tra Top 2 e Top 10 o la stessa cosa: Top 2, Top 3, Top 4, Top 5, Top 6, Top 7, Top 8, Top 9 o Top 10.

In questo modo, ciò che faremo è selezionare una voce che è già posizionata sulla prima pagina Google e che già ci porta traffico, quindi e dato che i salti sulla prima pagina di Google verso l’alto aumentano significativamente il traffico, se riusciamo a aumentarlo un po ‘di più le nostre visite aumenteranno in modo significativo

La percentuale di traffico catturata dai risultati della prima pagina di Google non è proporzionale, è exp onentially superior quando si avvicinano alla Top 1 (esempio: Top 1 – 50% delle visite / Top 2 – 30% delle visite / Top 3 – 10% delle visite / Top 4 – 2% delle visite …) .

Stiamo scegliendo il nostro post tra le 10 voci con il maggior traffico in Analytics perché sono post che “già come Google” e è più facile pubblicare un post di tendenza positivo rispetto a uno con una tendenza negativa ]è qualcosa che spiego in dettaglio in questo altro post.

Per eseguire la verifica di quale posto in Google occupano le nostre 10 voci con più traffico, passiamo alla navigazione privata (in Chrome chiamata “ nuova finestra di navigazione in incognito ] “) E introduciamo la parola chiave in questione:

Nel mio caso, circa la metà dei messaggi occupa la prima posizione e l’altra metà no. In questo caso, sceglierò tra quelli che non sono tra i primi 1, quelli più cercati, qualcosa che possiamo controllare con SEMrush o KeywordTool.io.

Tuttavia, se sbagli troppo non preoccuparti, seleziona una voce che comply:

  • Appare tra i tuoi 10 post più visitati in Analytics
  • Non è in Top 1 ma è nella Top 10

Hai già il tuo biglietto? Ora aggiustalo in cima e vai al passaggio successivo.

Miglioramento ulteriore dell’accesso di Googlebot

Miglioreremo ulteriormente l’accesso del robot di Google al post / post selezionato che vogliamo posizionare di più

Per questo utilizzeremo i collegamenti interni .

I siti web, a seconda della loro autorità, ricevono un determinato “tempo di scansione” da parte di Googlebot, che in SEO è noto anche come budget di ricerca per indicizzazione .

Utilizzeremo parte del budget di ricerca per indicizzazione per consentire a Googlebot di passare attraverso il post di cui vogliamo favorire la classifica.

Ha detto che lo faremo attraverso collegamenti interni. Questo può essere facilmente manipolato attraverso il plugin Adsensei B30 .

Stiamo per inserire collegamenti interni nella parte superiore di tutti gli articoli del nostro blog (temporaneamente) al post che vogliamo posizionare.

Questa parte spiegherà come farlo attraverso il video:

 

Ora Googlebot può accedere da un gruppo di URL a cui è stato assegnato il tempo di scansione specifico. Tutti stanno portando Googlebot al nostro post, per promuovere in questo caso il post di “quante aquile mangiano”.

Questa stessa pratica di collegamento interno usando Adsensei ho realizzato con il mio blog che significa i fiori per l’articolo più complicato per posizionare la rete oggi: “significato delle rose rosse” e ha persino iniziato a classificare “rose rosse”:

Y qui hai l’evoluzione dopo aver applicato questa tecnica e inserisci i link interni con l’esatta parola chiave anchor da ognuno dei post del blog:

Dalla posizione 90 alla posizione 6 in 2 mesi

Come semplice ea sua volta così efficace E questo è ciò che la tecnica consiste.

Molta attenzione con la scansione della tua rete:

Il “tutorial passo dopo passo” è finito. Ma non voglio chiudere il post senza enfatizzare l’importanza che dobbiamo dare alla navigabilità Googlebot all’interno del nostro sito web, penso che educare le persone in questo concetto sia insegnato più SEO che con 20 post “su SEO a pagina. ”

Ti darò un ultimo esempio di qualcosa che sarebbe sbagliato e devi controllare che non si verifichi sul tuo sito web.

Let’s cut all’inseguimento: avere la pagina del tuo blog in nofollow ]

Qualche tempo fa ho iniziato a grattare con Screaming Frog una delle mie nicchie e si scopre che il tema che stavo usando in quel momento in quel web (che non riesco ancora a rivelare) aveva per default il paging in nofollow .

I paging, come sai, sono i numeri alla fine di un blog che danno accesso a post più vecchi, in questo blog sarebbe questo:

Screaming Frog (sotto il conf Non ero in grado di seguire questi collegamenti nofollow quindi non ero in grado di vedere cosa c’era dietro

Ciò ha avuto come conseguenza che lo strumento non poteva rilevare la maggior parte dei miei articoli, in particolare tutti i Erano all’interno della pagina.

Poi ho cambiato la configurazione (Álvaro de Raiola è stato il primo a notare) e la cosa è tornata alla normalità, ma è un buon indizio … lo stavamo facendo “un po ‘” più complicato per Screaming Frog Crawler … non renderlo troppo complicato per il crawler di Google.

Google non segue i link nofollow . La pagina sempre in dofollow 😉

Infine: tieni presente che un blog di “nicchia” non è lo stesso di un “autore” di blog, per esempio in questo blog non sarebbe così naturale per me pubblicare un vecchio post ma sarebbe indifferente in un blog destinato ad ottenere (per esempio) profitti con Google Adsense.

L’effetto di aumentare le posizioni in base al posizionamento dei contenuti e al miglioramento della scansione ha maggiori effetti col passare del tempo e passa Googlebot sempre più volte puoi richiedere una consulenza seo Milano al riguardo

Pertanto, più a lungo pubblichi un post e applichi tutti i passaggi discussi, maggiore sarà l’impatto a lungo termine.

 

About the Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *